Camporosso

Affacciato sul mare per un breve tratto, Camporosso è il primo paese della val Nervia. Con i suoi 300 metri di spiaggia, la più piccola inItalia, esso è riuscita ad ottenere consecutivamente dal2001 laBandiera Blu e ad essere inserita nellaGuida Blu diLegambiente.La presenza di un'oasi naturalistica e faunistica, sito di interesse comunitario, posta alla foce del torrente Nervia, crea un'atmosfera di tranquillità che, unita alla spiaggia libera e sorvegliata, offre ai bagnanti un luogo ideale di villeggiatura.Il toponimo Camporosso deriva dallatino Campus Rubeus riconducibile ai boschi dioleandri rossi, lungo le rive del torrente Nervia. Altre deduzioni fanno inoltre presupporre il significato del nome al colore un po' rossiccio del terreno.Del periodo romano rimangono ad oggi un cippo funerario e resti dell'acquedotto che riforniva Albintimilium, l'odierna Ventimiglia, con le acque del torrente Seborrino.

Citato per la prima volta nel 1259, Camporosso fu dominio dei conti di Ventimiglia, passando quindi sotto la signoria del comune di Ventimiglia; sede di un piccolo scalo alla foce del Nervia, divenne comunità nel corso del XV secolo, avendo accesso, con altre "ville" dipendenti dalla città, al governo del comune.

Nel Cinquecento, per il pericolo delle incursioni barbaresche, venne cinta di mura e nel 1686, con altre "ville" orientali della giurisdizione di Ventimiglia, costituì la comunità degli "Otto luoghi", durata fino al 1797.

Occupata dai Francesi nel 1794, durante la Repubblica Ligure divenne comune del cantone di Bordighera, nella Giurisdizione delle Palme (Sanremo); nel 1802 fu inserita nel cantone di Ventimiglia, nella giurisdizione degli Ulivi (Oneglia), finché sotto il governo francese non passò sotto il Dipartimento delle Alpi Marittime, nel circondario di Sanremo. Il comune fu soppresso nel 1923 per essere unito a quello di Ventimiglia, ma venne ricostituito due anni dopo.

Viva è in paese la tradizione della cucina tipica, caratterizzata da cibi genuini e semplici, che si possono gustare nei ristoranti e nelle serate all’aperto; in tutti i weekend da giugno a settembre, nel Palatenda di Località Bigauda alle porte del centro storico (3 km dal mare) vengono organizzate feste gastronomiche e danzanti.

I piatti tipici:

i Barbagiuai (ravioli fritti, ripieni dizucca profumati con formaggio brusso ed erbe aromatiche). i Bane (dolcetti di pasta frolla e nocciole).

Abitanti

5.427

Altitudine

25 m s.l.m.

Eventi

  • Raduno delle Mountain Bike, a maggio.
  • Premio "L'Oleandro" di poesia dialettale ligure e di fotografia, la penultima domenica di giugno.
  • Giornata Enogastronomica in concomitanza con una fiera di merci varie, l'ultimo sabato di luglio.
  • L'Aiga d'a Roca, dedicata al podismo, è una marcia su più distanze, dal mezzo chilometro ai nove previsti.
  • Festa di san Sebastiano, santo patrono del comune, il 20 gennaio.
  • Festa di Padre Santo, la seconda domenica di settembre. La festa è dedicata a san Francesco Maria da Camporosso al secolo Giovanni Croese (1804 1866), personaggio molto amato dagli abitanti che, nel 1937, innalzarono in suo onore una statua. Frate Francesco Maria, questo il suo nome da religioso, fu proclamato Beato nel 1929 da Papa Pio XI e nel 1962 innalzato alla gloria degli altari da Papa Giovanni XXIII. In paese è ancora conservata la sua casa natale con un piccolo altare e un museo.
  • Festa dell'Addolorata la terza domenica di settembre, in concomitanza con la sagra dei Barbagiuai.

Contattaci!

Compila il form sottostante, inserendo nome, email ed ente.
Verrai ricontattato al più presto!

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.